Aisthesis

STATUTO

L’associazione Aisthesis, si prefigge di perseguire principalmente le seguenti finalità: promuovere lo sviluppo della sensibilità e della cultura estetica attraverso il dialogo interdisciplinare tra le arti e le scienze, costituendosi come dimensione di crescita individuale, culturale, e sociale. Favorire il confronto tra teorie e pratiche simboliche, al fine di condurre a una maturazione umana in senso etico e globale. Ampliare le conoscenze in ambito artistico, filosofico e psicologico, promuovendo contatti fra persone, enti e associazioni. Proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali affini, attraverso l’ideale dell’educazione permanente. Porsi come punto di riferimento per tutti coloro che possono trovare, nelle attività dell’associazione, l’occasione di apprendere nuove prospettive, strumenti, e abilità. Contribuire alla realizzazione di iniziative, opere ed eventi in ambito culturale e sociale, diffondendone la portata d’interesse a livello sia locale, che nazionale e internazionale. Per perseguire gli scopi associativi, l’Associazione, che intende operare in piena indipendenza ed autonomia, libera da qualunque influenza esterna, potrà svolgere a titolo meramente esemplificativo, le seguenti attività: artistiche e culturali (gruppi di studio e di ricerca, rassegne, convegni, seminari, dibattiti, festival, spettacoli, mostre, concerti, performance, residenze, premi, concorsi, ecc…); formative (corsi, laboratori, workshop, lezioni, ecc…); scientifiche (gruppi di ricerca, studi teorici, clinici, e sperimentali); sociali (progetti divulgativi, educativi, di consulenza e sostegno per individui, gruppi e istituzioni); legate alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del territorio; editoriali (pubblicazione sia cartacea che web, di contributi risultanti dalle attività compiute, creazione e condivisione di contenuti e format audiovisivi e multimediali); ricreative e d’intrattenimento (finalizzate alla socializzazione dei propri soci); progetti e iniziative da avanzare a enti di diritto pubblico e privato, anche avvalendosi del sostegno di persone e istituzioni esterne all’associazione.

Dal 2016 Aisthesis ha realizzato progetti in collaborazione con: Jonas Roma, Jonas Trento, Tiring House, Comune di Parrano, Università Roma Tre, Università di Calabria, Università Milano Bicocca, Università di Verona, Orbit Tertius, KantorAtelier

Dal 2019 Aisthesis è membro ROPS – Rete Organizzazioni di Psicologia Sostenibile dell’Ordine degli Psicologi del Lazio

Sede Legale Via delle Fornaci n. 50, Roma, Sede Operativa Contrada Casali n. 127, Parrano (TR)

Tel. +39 339 8184136 Email ass.cult.aisthesis@gmail.com

Per sostenerci è possibile inviare una donazione libera e volontaria a:

AISTHESIS
IBAN IT83X0306909606100000173551
Intesa Sanpaolo Filiale Terzo Settore Lazio

SOCI FONDATORI

Micaela Ponti Guttieres. Psicologa e artista, è fondatrice di Aisthesis. Laureata in Filosofia, in Psicologia Clinica e diplomata in Arte Drammatica, si forma nell’ambito delle teorie e tecniche della rappresentazione, concentrandosi in particolare sui rapporti tra teatro e psicoanalisi. Svolge la libera professione presso lo Studio di Psicologia Clinica e Dinamica e dal 2017 conduce il Laboratorio permanente di creazione teatrale l’Altra Scena. E’ membro docente di Skia. Summer School di Estetica e Psicoanalisi, e autrice di pubblicazioni in volumi collettanei, oltre che relatrice per diversi seminari e convegni accademici. Conduce progetti e iniziative in ambito culturale, artistico e sociale

Silvia Vizzardelli. Filosofa e docente di Estetica e Filosofia della Musica presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università della Calabria, è Presidente Scientifico di Aisthesis. Fa parte del comitato scientifico della collana Estetica e critica (Quodlibet), è membro della Società Italiana di Estetica (SIE) e del Centro Studi Filosofia e Psicoanalisi. Il suo ambito di ricerca comprende i rapporti tra estetica e teoria delle arti, e negli ultimi anni ha dato ampio sviluppo ai temi a cavallo tra estetica e psicoanalisi. E’ curatrice e membro docente di Skia. Summer School di Estetica e Psicoanalisi. Tra le sue pubblicazioni in volume: L’esitazione del senso.La musica nel pensiero di Hegel; La regressione dell’ascolto. Forma e materia sonora nell’estetica musicale contemporanea; Battere il tempo. Estetica e metafisica in Vladimir Jankélévitch, Filosofia della musica; Verso una nuova estetica. Categorie in movimento; Filosofia della psicoanalisi. Un’introduzione in ventuno passi; Io Mi lascio cadere. Estetica e Psicoanalisi; La tentazione dello spazio. Estetica e psicoanalisi dell’inorganico.

Alex Pagliardini. Psicoanalista, si è formato alla Facoltà di Psicologia dell’Università di Urbino per poi specializzarsi presso l’Istituto Freudiano per la Clinica, la Teoria e la Scienza di Roma. È membro di Jonas Roma – Centro di Clinica Psicoanalitica per i nuovi sintomi, membro ISAP – Istituto Studi Avanzati di Psicoanalisi, membro AIDA – Associazione Italiana Disturbi Alimentari. Collabora da anni con il Dipartimento di Salute Mentale ASL RMD nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare. È docente IRPA – Istituto di Ricerca in Psicoanalisi Applicata, e autore dei volumi: L’ esperienza del panico. Trauma o possibilità del nuovo?; Jacques Lacan e il trauma del linguaggio; Il sintomo di Lacan. Dieci incontri con il realeLa direzione della Cura. Psicoanalisi e filosofia, oltre che di numerosi articoli su riviste e testi collettanei.

Elena Elizabeth Scaccia. Attrice, danzatrice, arteterapeuta, si è laureata in Storia dell’Arte all’Università degli Studi di Roma La Sapienza, e formata in recitazione presso Teatro Greco, Accademia Internazionale di Teatro, New York Film Accademy, e con G. Proietti, M. Carniti, M. Margotta, L. Kemp, I. Chubbuck, la Compagnia di Pina Bausch, L. Cognatti. Consegue il master in Arti Terapie presso L’Università degli Studi di Roma La Sapienza e successivamente collabora come arteterapeuta presso ASL RM1. Da diversi anni insegna danza e teatro per l’infanzia presso diverse strutture e collabora come storica dell’arte con alcune gallerie romane.